A tavola nel 2060: cosa mangeremo nel futuro ?

I dati della Fao sull’alimentazione di oggi e domani

cibo futuro

Diventare vegetariani se oggi è un optional, domani potrebbe diventare una necessità. Un anno fa la Fao pubblicò dei dati (rapporto Fleischatlas) dove sosteneva che nei paesi industrializzati ogni persona mangia in media tra i 79 e gli 81 chili l’anno di carne. Sono numeri che il  nostro caro pianeta purtroppo fatica a sostenere. E  se pensiamo che nel 2040 saremo in 9 miliardi il tutto è abbastanza preoccupante. Tanti squilibri, tanti dubbi e poche certezze, se non quella che presto o tardi il cibo che mangiamo cambierà.

Piatti a base di insetti con vermi, formiche e cavallette

insetti cibo

Lo sapevate che gli insetti sono molto digeribili e hanno un alto potere nutrizionale? Tante proteine, sali minerali, tra cui ferro e zinco, facilità di allevamento senza grande dispendio di energia, acqua e spazio: ecco alcuni dei vantaggi del mangiare insetti. Già oggi molte popolazioni dell’America Latina, Asia, Africa ed Oceania, si nutrono delle oltre 1.000 specie di insetti commestibili: cavallette, grilli, larve di coleottero, formiche e scarabei.

Per ora l’Occidente, me compresa, è un po’ perplesso ma le premesse per uno sviluppo futuro di questo tipo di alimentazione ci sono tutte. In più anche l’alta cucina sembra muovere i primi passi verso l’insetto-mania. Tra i cuochi famosi che hanno già sperimentato questo tipo di cucina alternativa c’è Alex Atala, un famoso chef di San Paolo che ama arricchire i suoi piatti di insetti. Un esempio? Ama utilizzare le formiche amazzoniche per il loro gusto tra l’ asprigno e il piccante quando vuole aggiungere nelle sue ricette un sapore simile al lemon-grass (citronella-molto usata nella cucina orientale).

Anche Renè Redzepi, noto chef di Copenhagen, usa formiche in alcuni suoi piatti, per un effetto aromatico e cromatico. Il cuoco francese David Faure, a Nizza, ha creato, invece, un intero menù a base di vermi, larve e zampette, dall’antipasto al dessert! Costo? 59 euro a persona! Se vi sentite pronti a sperimentare il croccante di grilli al grano saraceno, la polvere di coleotteri grigliati e i coleotteri allo zucchero caramellato ecco qua un link a proposito:http://cucina.allweb360.com/david-faure-lo-chef-stellato-e-il-suo-menu-alternativo-a-base-di-insetti/ Ps: tutta la mia stima! Fatemi sapere, coraggiosi !!!!

Soylent, la bevanda che sostituisce il cibo

bevanda futuro

Il Soylent è un beverone composto di un mix di 30 ingredienti, in prevalenza grassi, proteine e carboidrati, scelti per soddisfare in un colpo solo tutte le necessità del nostro organismo. La bevanda è stata inventata da un ragazzo di Atlanta, un giovane programmatore con una filosofia di vita un pochino fuori di testa (o geniale?? Confine labile). “Mangiare per me è un’attività divertente, come guardare i film: però non ho voglia di vedere film tre volte al giorno” dice Rob Rhinehart, cui sopra. Per capire il personaggio guardate questo video: https://www.youtube.com/watch?v=zkqLukYJV88

In parallelo all’elaborazione di una sua teoria sull’alimentazione, Rhinehart ha creato questa bevanda chiamata Soylent (dal nome delle gallette del film Soylent Green, 1973), in grado di sostituire completamente il cibo mantenendo forma e salute. Come primo test su se stesso, Rob per 30 giorni non ha mangiato, controllandosi sempre sangue, prestazioni fisiche e mentali e modificando la composizione del beverone fino ad ottenere l’obiettivo sperato. Il risultato? Un cocktail beige e inodore, dal sapore dolciastro, che a detta dell’inventore potrebbe risolvere i problemi di obesità e fame nel mondo e diventare il cibo del futuro…

Il sostituto della carne? La medusa

medusa cibo

La carenza di molte specie di pesce sta portando al prolificare delle meduse che si trovano ad affrontare sempre meno predatori naturali e si stanno moltiplicando in continuazione. A confermarlo sono diverse analisi scientifiche di cui una effettuata da S. Focardi, un docente di Ecologia dell’Università di Siena. Dalle ricerche è emersa una conclusione: le meduse sono tante, in continuo aumento e commestibili, ricche di collagene e proteine. Potrebbero ben presto diventare il cibo del futuro e potenzialmente sostituire la carne.

Molti sono infatti i problemi legati al consumo sproporzionato di risorse agricole per la produzione di carne rispetto alla quantità di cibo prodotta, tanto che si sta iniziando a pensare anche, oltre che alla riduzione dei suoi consumi, alla coltivazione in vitro. A partire da cellule staminali di provenienza bovina si possono creare, infatti, in laboratorio, hamburger di carne in vitro, manipolandone ad esempio anche il contenuto di grassi.

Ma, tornando alle meduse, sappiamo che in Oriente già si mangiano. In Occidente ci vorrà un po’ più di tempo ma qualche segnale di aprezzamento già si vede in Australia e Stati Uniti. Se siete ancora perplessi sul mangiare le amiche gelatinose sappiate che un grande chef, il pluripremiato Gennaro Esposito, ha brevettato un super piatto di gran classe a base di meduse, con pesto alla genovese e mozzarella di bufala. Gnamme! So che state morendo dalla voglia di comprarne una…qui su amazon vendono le meduse in comodi sacchettini http://www.amazon.co.uk/Ykof-Instant-Natural-Shredded-Jellyfish/dp/B00JQPHCL0 

I camerieri del futuro? Droni col grembiule!

cameriere robot

Nel campo della ristorazione sembra che i droni, i piccoli aerei telecomandati, possano avere un futuro. Vengono già usati negli Stati Uniti per consegnare pizze a domicilio e anche Londra. Nel ristorante YO!Sushi della capitale londinese, infatti, sono davvero trooooopppoooo avanti: i camerieri sono dei robot volanti, la pizza è servita da un elicottero telecomandato e il burrito arriva in aeroplano!

Tutto vero! Ecco le prove, potete dare un’occhiata qui http://www.theguardian.com/lifeandstyle/shortcuts/2013/jun/10/yo-sushi-drone-delivery-service  Se volete saperne di più sul futuro di robot, tessuti autopulenti e tecnologie made in Italy andate su https://ilmondoinunaciliegia.wordpress.com/2013/04/11/robot-collisioni-tra-particelle-tessuti-autopulenti-ecco-litalia-del-futuro/

Si dice che per ogni persona obesa al mondo una muoia di fame. Si dice anche che mangiare bene faccia vivere bene e che siamo quello che mangiamo e che diventeremo. Dunque se inizierò a mangiare meduse, insetti o bere bibitoni sospetti, come sarò??? Paura del futuro? Mmmm un po’…Si accettano previsioni su cibi accattivanti in alternativa, che ne sono, menù a base di cioccolato o patatine fritte!!!! Incrociamo le dita 😀

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...