ARTE con la SABBIA in 2D, 3D e Stop-motion!

SCULTURE, VIDEO, DISEGNI SULLE SPIAGGE E NON SOLO.

Sporadici raggi di sole e qualche ventata d’aria calda ci portano lentamente (…ma molto molto lentamente )secchiello
verso l’estate! La voglia di mare e meritato crogiolamento sulla spiaggia aumentano e, nelle frazioni di tempo dedicate ai fantasticamenti estivi, l’immagine ombrellone-rivista/libro-cocktail ghiacciato alla frutta prende sempre più piede. 
D’estate sulla spiaggia c’è chi dorme e fa la cotoletta, chi legge come un forsennato rigorosamente all’ombra e chi non sta mai fermo. E quando l’energia vitale del “chi non sta mai fermo” viene convogliata nel giusto canale anche una semplice spiaggia può diventare il luogo di nascita di meravigliose creazioni.

Dei cosiddetti Earth Works nel mondo ce ne sono davvero tanti. Tante idee, tanti materiali diversi, tanti stili definiti da artisti nei più svariati paesi del mondo.
La Land art è  una forma d’arte contemporanea, nata alla fine degli anni ’60 negli Stati Uniti, espressione di originali artisti che creano le loro opere intervenendo direttamente sulla natura ( ad esempio su laghi, deserti, prati…http://www.treccani.it/enciclopedia/land-art/).
E, tra le varie possibili materie prime, c’è anche chi utilizza la sabbia, come fonte sia di ispirazione che come anima fisica delle proprie idee.

Il mio intento di oggi è quello di parlarvi di 3 fantastiche invenzioni, diverse ma legate dall’utilizzo dello stesso semplice e naturale materiale e da …tanta tanta pazienza! E così se mai il vostro cervello scarseggiasse momentaneamente di idee e aveste il desiderio nonché il tempo di staccare la testa e immettere il cuore, andate in una spiaggia, prendete un po’ di sabbia e seguite gli esempi!

1) DISEGNI:

– I disegni di Tony Plant incantano da anni passanti curiosi e amanti dell’Arte. Non è l’unico ad occuparsi di dare una veste grafica a comuni granelli di sabbia. Ma il suo stile piace: è suggestivo, selvaggio ma anche delicato. Con l’aiuto di un rastrello e una macchina fotografica al seguito per immortalare le sue opere, l’artista britannico ama ispirarsi alla geometria e modellare la natura arricchendola per lasciare un segno. Il segno che lascia dura ovviamente poche ore ma le fotografie delle sue opere d’arte sono senz’altro da non dimenticare.http://www.tonyplant.co.uk

248167_365401263559785_108854325_n

Opera di Tony Plant

Andres Amador, invece, viene da San Francisco e realizza sulla superficie sabbiosa capolavori a metà tra pittura e scultura. Dicono che anche lui, come altri artisti su sabbia, cerchi su Google Earth le spiagge migliori e aspetti la luna piena con le basse maree per ultimare le sue opere. Il suo sito è http://www.andresamadorarts.com

– E sempre a proposito di quadri di sabbia, esiste un tipo di nome James Wardley che non è soltanto un pittore e uno scultore, ma anche l’inventore del video in stop-motion più grande del mondo. Si chiama Gulp, è stato realizzato in collaborazione dello studio di animazione Sumo Scienze, e girato, in Galles, con un semplice telefono Nokia. Ecco dove potete trovare lui http://www.sandsculptureice.co.uk e il suo video http://www.youtube.com/watch?v=ieN2vhslTTU&feature=player_embedded !

2) SCULTURE:

In Inghilterra, una spiaggia dal nome  Weston-Super-Mare, ospita, in questo periodo, ogni anno, un fantastico festival. Fantastico perché potrebbe far impazzire di entusiasmo (e in parte l’ha già fatto(-:), fan di cartoni animati, super-eroi, serie-tv  e videogiochi.Ma fantastico anche per i non appassionati. E’ sufficiente essere anche soltanto amanti della bellezza per rimanere estasiati da tonnellate di sabbia trasformate in pupazzi, dipinti e sculture, che stanno in piedi grazie solo e soltanto a passione, sabbia, acqua e una modesta quantità in superficie di una specie di vernice protettiva, simile alla colla vinilica. Il Festival riunisce scultori di sabbia da tutto il mondo, chiamati a realizzare opere ispirate al tema dell’anno. Quello del 2013 è Hollywood e c’è tempo fino a Settembre per fare un salto a dare un’occhiata!
Se potete anche sopravvivere senza il salto ma vi fa piacere dare comunque uno sguardo all’evento potete andare sulla pagina web del Festival, dove c’è anche un archivio con foto di opere super!  http://www.westonsandsculpture.co.uk

03

Opera tratta dal sito – festival: westonsandsculpture.co.uk

02

Opera tratta dal sito – festival: westonsandsculpture.co.uk

3) PERFORMANCE:

Avete  mai sentito parlare di Kseniya Simonova?
E’ una ragazza ucraina diventata famosissima nel giro di poco tempo per alcune sue performance artistiche, grazie anche alla vittoria di un talent show nel suo paese ( in cui pare abbia vinto il corrispondente di  125.000 dollari americani!!! )
Nelle sue performance artistiche Kseniya disegna con le dita su un tavolo luminoso dalle grandi dimensioni, dove è appoggiato uno strato di sabbia. Anima la sabbia con abilità e eleganza, regalando atmosfera e magia. Eccola qui!

2010, December

K. Simonova, foto tratta da http://simonova.tv/en/

Sculture, disegni, video e animazioni. Granelli nati da un processo di erosione si uniscono arricchendo paesaggi, aggiungendo natura a natura, rivestendo pezzi di luoghi apparentemente senz’anima in spazi di sogni.
Gioco, arte e terra: 3 in 1!
E per chi proprio di giocare con la sabbia non potesse fare a meno esiste anche un‘accademia per appassionati (http://www.accademiadellasabbia.it/) e un campionato mondiale di biglie sulla spiaggia!
Signora Estate e Signor Sole vi stiamo aspettandoooooooooooo (-:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...