LAVORARE O NON LAVORARE, questo è il problema?

MESTIERI BIZZARRI, PENSIERI E  CURIOSITA’ SUL MONDO DEL LAVORO.

Il lavoro. Ormai non si parla d’altro.
Sul sito della Treccani leggo la sua  definizione (” occupazione retribuita e considerata come mezzo di sostentamento, e quindi esercizio di un mestiere, di un’arte, di una professione “) e mi fermo a pensare.
Penso a oggi, al famoso detto ” il lavoro nobilita l’uomo “, ai discorsi fatti con amici e a quelli sentiti, in una carrozza del treno, tra amici al bar, in coda alla posta.
Lavoriamo per vivere o viviamo per lavorare? Se non avessimo bisogno dei soldi lavoreremmo comunque? Realizzarsi nel lavoro o lavorare per guadagnare e invece realizzarsi nel tempo libero?

Guardo i siti di annunci e vedo lavori in cui si richiede esperienza pluriennale, mille skills diverse e OLYMPUS DIGITAL CAMERAassurde, super motivazione e la retribuzione è… zero! E ancora…stage per fare qualsiasi cosa, stage per fare la cassiera, la commessa, la telefonista, addirittura la preparatrice di tramezzini in un bar (???)… E poi annunci folli dalle dubbie richieste e siti dove per iscriverti ti chiedono tutto ma proprio tutto, pure se hai un animale domestico, dove dopo un’ora riesci a mala pena forse soltanto a iscriverti (e non ancora a rispondere all’annuncio!). Per non parlare poi dei colloqui dai risvolti tragicomici, dove tra proposte strane, contratti fasulli e gente fuori di testa, il concetto di lavoro sembra scomparire, inghiottito dalla follia di una parte del nostro essere umano. Ma per sdrammatizzare la situazione, pur nella consapevolezza della realtà, parliamo ora dei mestieri più pazzi e orginali del mondo!

Iniziamo dalla ricerca di Hotels.com, sito che si occupa della prenotazione di alberghi online, che ha rivelato le professioni più bizzarre tra gli hotel di tutto il pianeta: il pulitore di monete, l’accompagnatore di anatre, lo scacciatore di piccioni, lo scaldaletto umano (ovvero un addetto che ha il compito di indossare una speciale tuta termica e scaldare il letto dei clienti prima del loro arrivo) e il lettore di racconti della buonanotte, che attraverso reading notturni accompagna gli ospiti dell’hotel tra le braccia di Morfeo.
(http://www.viaggiandofacile.it/2011/01/25/lavori-strani%E2%80%A6-ma-veri-hotels-com-svela-i-mestieri-piu-strani-svolti-negli-hotel-di-tutto-il-mondo/)

Ma i lavori strani non sono solo negli alberghi! Pensate che alla Nasa, per i test sulla vita nello spazio, reclutano volontari ai quali viene chiesto per un mese di vivere soggiornando in una capsula spaziale (e pare che per farlo guadagnino 5000 eurooooo!!!!!!).(http://sapiensduezero.altervista.org/cercasi-volontari-per-missione-su-marte/)
…E poi c’è il massaggiatore per cani e esiste addirittura il marito in affitto(http://www.ilmaritoinaffitto.it/)

Ecco, invece, alcune professioni tratte dalla lista che l’istituto di ricerca FastFuture ha realizzato per conto del governo britannico, con i 20 nuovi mestieri che nasceranno o file3081242053002si svilupperanno entro il 2030. (http://it.finance.yahoo.com/notizie/Lavori-del-futuro-le-20-nuove-yfin-4037083168.html  http://www.italiaorienta.it/cms/focus-scuola-superiore/3537_professioni-sostenibili/). 
A grande richiesta nel futuro ecco:

i costruttori di parti del corpo e i nanomedici

– i manager/consulenti della terza età e i chirurghi per l’aumento della capacità mnemonica

l’assistente sociale per social network

– la guida turistica dello spazio e l’architetto per pianeti

– i manager di avatar per l’insegnamento

–  gli agenti di controllo contro i tentativi di modifica dei fenomeni atmosferici

Che dire…In giro c’è proprio di tutto!

Lavori assurdi, soldi che vanno e vengono e tanta precarietà.file3191242268717 Ci sono e forse ci saranno sempre.
Fortunatamente però il lavoro è una parte della nostra vita e non il tutto, uno strumento che ci dà  (o dovrebbe dare) risorse economiche e /o umane per vivere meglio.
E lì proprio nel resto, a volte dimenticato, di questo tutto, ci sono i gesti d’amore di chi ci vuole bene, il tetto che fortunatamente abbiamo sopra la testa, il cibo da mangiare, gli oggetti, i pensieri e le emozioni delle nostre giornate.

Auguro a tutti quelli che sognano di realizzarsi nel lavoro di trovare quello che cercano.
file0001456396844
In aggiunta o in alternativa c’è per fortuna il piano b (secondo non per importanza ma per flusso di pensiero) : coltivare le proprie passioni nei ritagli di tempo e farne una fonte di realizzazione personale.
Di cuore, un grande in bocca al lupo a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...