Una FAVOLA …al contrario!

CHE COS’ HANNO IN COMUNE UN GLADIATORE, UNA  PROMOTER E … UNA STATUA EGIZIANA?

La risposta giusta è

….una via nel centro di Roma e il tempo scandito da ore interminabili in attesa che accada qualcosa.

Ma che cosa?

C’è chi spera in qualche passante curioso di farsi una foto caratteristica, chi prega che qualcuno si sia scordato gli occhiali da sole a casa e abbia bisogno di un nuovo paio, chi, dopo aver impiegato tanto tempo e energia spera che qualcuno apprezzi la sua arte o voglia portarsi a  casa un souvenir.Questo e molto di più è il mondo di quella che ho voluto chiamare una favola al contrario, un universo parallelo, un microcosmo romano ma internazionale intriso di storie incredibili e personaggi che apparentemente sembrano usciti da un cartone animato in stile Disney ma con storie di vita degne di un film senza tempo. Eccoli qua  i nostri eroi di oggi: Alì, Zaccaria e Mohammed. Loro sono alcuni dei protagonisti di via dei Fori Imperiali. Qui tutti i giorni lavorano lungo la strada circa una quarantina di persone. Ci sono: i gladiatori, quelli con le carrozze, i “volantinatori”, i promoter, i pittori, le statue, i venditori quasi tutti di Bangladesh e India che commerciano palline, occhiali, foulard, cavalletti. Il tutto rende il contesto pittoresco, quasi un quadro astratto, contemporaneo e dinamico sullo sfondo contrastante antico e intramontabile delle antiche rovine romane.

ALI‘ ha lo sguardo sconsolato, lui vende collane e mi dice che sono tre giorni che non riesce a vendere una.Ha cercato lavoro ma non ha trovato niente all’infuori di questo e non ha soldi per vivere. Nonostante  questo ha la forza di sorridermi e mi augura buona giornata.

08112012611

 A pochi metri da lui c’è ZACCARIA. La sua merce sono palline da bambini, quelle molle, una costa 3 euro, 2 cinque euro. Mi chiedo come faccia ormai da ore a lanciare questa pallina su un roccambolesco tavolino fatto con una cassetta di frutta, cosi ininterrottamente per almeno una decina di volte al minuto…. quindi almeno…600 l’ora!!!

30102012521

Intorno a lui e intorno a me sembra di stare in india. Tanti ragazzi giovani e qualcuno più anziano che girano imperterriti con le loro povere mercanzie e almeno una due tre volte al giorno in un batter d’occhio corrono e spariscono con in mano tutta la roba, rincorsi dalla Municipale, dai Carabinieri o da chi c’è! Per fare qualunque cosa in questa via servono mille permessi e ovviamente qui quasi nessuno li ha. Per questo ognuna adotta le sue strategie, chi nasconde quadri da vendere sotto un muretto, chi li fa dello stesso colore di dove poggiano, chi adotta sistemi di fuga e comunicazione a distanza degni dei più evoluti indiani d’America. Le figure che risaltano di più all’occhio e che fanno pensare davvero di stare in un cartone animato sono le statue immobili…e quelle semi-immobili (della serie ce provo ma nun ce riesco!). Sculture umane, pistoleri totalmente ricoperti di vernice, uomini senza forza di gravità, citazioni di opere d’arte e personaggi fantascientifici.

30102012530

Foto di Anna M. Secco

MOHAMMED, la Sfinge Dorata, sta in Italia da 8 anni ma parlarci è davvero faticoso. Spiccica giusto 2 parole ma proprio 2. Fa la statua e di certo questo non l’aiuta a imparare la lingua. Tentiamo di comunicare per 5 minuti  e tra le 3 parole che sa in Italiano c’è “stanco, stanco, stanco”. E certo che è stanco, lavora tutti i giorni almeno 6 ore al giorno, si ferma ogni 2 ore circa per mangiucchiare bere e riposarsi. La cosa impressionante è che  fa tutta questa fatica per guadagnare dai 15 ai 20 euro al giorno!!!! Ha il viso scavato, la schiena curva e un borsone che lo appesantisce e si porta sempre appresso quando non lavora. Ha uno sguardo senza futuro, profondo, sconsolato. Ma mi saluta e mi sorride anche. Torna a lavorare, lui con la sua maschera dorata, il barattolo dorato, la tuta dorata.

Le macchine corrono ma il sole scalda tutto e anche un po’ il cuore di  queste persone. Povere si, con una vita faticosissima, ma in grado di sorriedere e lottare per vivere come poche persone sanno fare!  Un mondo parallelo, un mondo che fa pensare, dove c’è tanto coraggio e un’umanità che incanta, magica, forte e vera.

Annunci

One thought on “Una FAVOLA …al contrario!

  1. Quanti piccoli mondi sconosciuti, abbiam degli schemi in testa che ci fan categorizzare tutto e tutti troppo in fretta, senza lasciar spazio a veri incontri. Grazie Anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...